La “parola dell’anno”: un week end di gioco e di crescita personale

Riconoscimento nr:: CUR/4506/2022

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere. Emily Dickinson 

Ad ogni nuovo anno, iniziamo un altro capitolo della nostra vita, trovare una parola che ci faccia da bussola per raggiungere i nostri obiettivi è un buon esercizio che ci carica e ci mette in tasca un “amuleto” a cui ricorrere nei momenti in cui la nostra motivazione cala.

Dopo avere stabilito quali sono i risultati che vogliamo raggiungere, è fondamentale conservare il focus ed è proprio ciò che ci aiuta a fare la parola dell’anno che sceglieremo: indicarci la direzione e tenere la traiettoria.

La parola dell’anno è del tutto NOSTRA, e dovrà contenere i nostri obiettivi, le nostre priorità, i nostri valori, i nostri desideri: è una somma di quello che vogliamo realizzare ed è la stella polare che ci guiderà verso il nostro risultato.

Scegliere una parola non è magia, la parola che emergerà ci metterà in contatto con la nostra saggezza interiore e ci farà da “bussola” , input ispiratore e motivazionale per l’anno in corso, lasciando che sia l’energia di quella parola a guidarci.

Sappiamo tutti che molto spesso le grandi decisioni prese il 1° dell’anno non funzionano o funzionano poco. Passato l’entusiasmo iniziale tutto si perde nella routine.

Il motivo di ciò è che esse si rivolgono solo ad un livello della nostra vita.Il livello del FARE (to DO).

Spesso il modello decisionale e motivazionale si basa su questi 3 concetti: FARE – AVERE – ESSERE – (DO – HAVE – BE)FARO’ questa cosa …. (ad esempio perdere peso)Così posso AVERE quest’altra cosa (più autostima)E poi posso ESSERE questa cosa (più fiduciosa in me)

Come vedete il livello ESSERE, dove invece risiede la trasformazione è all’ultimo posto. L’ordine migliore per creare cambiamenti positivi e duraturi nella nostra vita è il modello: ESSERE – FARE – AVERE (BE -DO – HAVE)

Quando si inizia a cambiare a livello ESSERE allora il livello FARE e il livello AVERE seguono più facilmente.

Quando invece inizi solo a livello FARE, presto tutti le possibili difficoltà a livello ESSERE diventano degli ostacoli difficili a superare.

Il rituale della scelta della “parola dell’anno” si posiziona a livello ESSERE.

Quando sceglierai la parola che ti guiderà durante l’anno essa diventa la tua pietra di paragone e ti ricorderà non solo quello che vuoi fare ma soprattutto chi vuoi ESSERE…….

Il week-end totalmente esperenziale, si servirà degli strumenti propri del Counseling Espressivo per agevolarti in questa “caccia al tesoro interiore.

Due giornate di “gioco serio” che ci metteranno in contatto con la parte più intima di noi stess* per fare emergere la voce profonda del nostro intuito.

Un rituale di ri-connessione per portare alla luce la voce della nostra saggezza.

MASSIMO 10 Persone per poter seguire tutt* con attenzione nei vari passaggi

QUANDO? => SABATO 8 e DOMENICA 9 GENNAIO 2022

ORARIO? dalle 10.00/13.30 – 15.00/18.30

DOVE? comodamente a casa su piattaforma ZOOM

14 ore di lavoro certificate con un Attestato di Partecipazione che per gli/le allieve di Ri-Trovarsi possono essere accumulate in altre formazioni.

Per i già Counselor il laboratorio ha il riconoscimento di AssoCounseling (CUR/4506/2022) con 14 Crediti formativi

COSTO? il costo PROMOZIONALE per l’intero week end è di Euro 100,00 pagabile con PayPal o Bonifico Bancario

Week-end la “parola dell’anno”

100,00 €

Per ogni altra informazione/chiarimento telefonare o WhatsApp al 347 1751469 – oppure scrivere a gabriellacosta@ri-trovarsi.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: