Il Viaggio Creativo

viaggio creativo

IL VIAGGIO CREATIVO

Un’esperienza di crescita personale attraverso l’espressione artistica

 

“L’Energia Creativa sgorga dalle radici dell’Essenza, scaturisce come acqua di sorgente dalla libertà interiore ….”

Il viaggio creativo è essenzialmente un viaggio di ritorno, un tornare a casa, alla tua identità essenziale.

E’ una esperienza di crescita che usa i mezzi propri del Counseling Espressivo per facilitare nei partecipanti la presa di coscienza di quei meccanismi che possono creare momenti di difficoltà, rafforzando le risorse per la loro trasformazione. Lo scopo del mezzo espressivo nello sperimentare diverse tecniche sarà quello di trovare, al termine di ogni incontro, una immagine significativa, sia una traccia di colore su un foglio che un gesto o un movimento, che rafforzi l’identità personale attraverso uno scambio interattivo che arricchisca la conoscenza di sè.

La struttura di ogni incontro sarà basata su quattro momenti:

  • La CENTRATURA prendendo contatto con il nostro respiro, portare delicatamente la propria “presenza” nel “qui e ora”
  • L’ESPRESSIONE CREATIVA ogni incontro offrirà una diversa tecnica espressiva. Il raggiungimento della propria immagine “simbolica” avverrà attraverso due fasi: “un’attenzione fluttuante” all’inizio, che porrà l’utente in contatto con la sua parte analogica ed intuitiva; seguita poi da una fase di “attenzione focalizzata” volta alla ricerca del significato personale del prodotto.
  • L’ELABORAZIONE al termine del lavoro “creativo” il prodotto diventa oggetto di elaborazione. Il processo verrà condotto dall’agevolatore Counselor in un lavoro individuale che potrà avvalersi del “sostegno” del Gruppo.
  • La CONCLUSIONE momento di revisione silenziosa in cui ogni componente del Gruppo potrà, a turno, restituire una emozione/sentito.

9  tappe + 1 conclusiva, ognuna con imput espressivi, grafici e di movimento, diversi per favorire l’emersione di una immagine personale, senza lasciarsi intimidire dalla pagina bianca che diventa sia metafora dell’ambiente, sia metafora di quello spazio interno che diventa contenitore di emozioni.

Ogni stimolo sarà volto a far emergere la propria immagine interiore, inoltre, sarà dato con lo scopo di sollecitare un diverso processo che tenga conto di differenti punti di vista e seguirà un andamento progressivo di immersione scandito dalle varie fasi del “ciclo del contatto” => pre-contatto – contatto/contatto pieno – Post-contatto

  • Nel primo passaggio  “La materia che ci anima” (3 incontri), l’immagine verrà dai materiali,  ci lasceremo ispirare dagli oggetti  artistici cheincontrremo sensorialmente, visivamente, al tatto e nel movimento.
    Toccheremo, assaporeremo, esploreremo interazioni con l’ambiente e le cose nel momento presente, attraverso la nuda sensorialità.
    Ci muoveremo, comunicheremo e creeremo secondo la suggestione generata da questo incontro attento con quello che ci trasmetterà il contatto con la materialità di oggetti e strumenti espressivi.
    Contatteremo l’anima della materia, le sue risonanze con la nostra materia animata corporea.
  • Nel secondo passaggio “La forma che mi abita(3 incontri), l‘immagine viene dall’esterno esplorando le suggestioni attraverso l’immaginario.
    Saranno le forme esterne ad ispirarci attraverso linee, colori , impressioni, immagini  che entereranno in risonanza con la nostra forma interna che nel qui e ora vorrà emergere ed esprimersi.
    Il corpo si muoverà attraverso la suggestione di immagini con cui risuona, portandole all’interno e trasformandole attraverso il proprio sentire. L’espressione grafica costituirà un ulteriore elaborazione creativa del vissuto e dell’espressione dei contenuti personali.
  • Nel terzo passaggio “Trasform-Azione”, (3 incontri) l’immagine verrà dall’interno, accederemo al nostro potere di trasformare e creare attingendo alle nostre energie somatiche profonde, al caos primordiale che dimora in una parte essenziale del nostro essere. Sarà un processo dal caos verso l’ordine creativo, un ordine dinamico che raccoglierà in sé tutta l’energia originaria incanalandola e direzionandola. La direzione, la meta , la forma attiva, l’azione trasformativa, in questo caso non potrà che venire dall’interno, dal profondo del nostro sé, da un ascolto silenzioso e totale di ciò che si muoverà dentro.

L’incontro conclusivo sarà una presa di coscienza del percorso compiuto attraverso una rivisitazione dei lavori fatti che contribuiranno a formare l’immagine finale.

I 10 incontri di 3 ore ciascuno per un totale di 30 ore saranno a cadenza mensile.

Il percorso sarà obbligatorio per gli allievi che si iscriveranno al Corso Triennale in Counseling Espressivo ma sarà aperto a tutti coloro che vorranno sperimentare il mezzo artistico come strumento di conoscenza di sé.

Il costo è di Euro 35,00 a incontro

 

Il Percorso sarà co-condotto da:

GABRIELLA 1 Gabriella Costa ARTcounselor – Trainer/Supervisor – Responsabile di Ri-Trovarsi Centro di Formazione

foto fabio Fabio Tempesta – ARTcounselor Insegnante Yoga e Mindfulness – Musicista – Sociologo

 

Se vuoi essere aggiornato sulle date di inizio compila il form qui sotto:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: