Il segreto della felicità

felicità 9

“Il segreto della felicità non è di fare sempre ciò che si vuole, ma di volere sempre ciò che si fa” Leone Tolstoj

E’ quello che ognuno di noi vorrebbe conoscere. Per cominciare è bene interrogarci su cosa siamo e su cosa abbiamo fatto per diventarlo. Palese è ciò che intravediamo e sperimentiamo del mondo intorno a noi è piccola cosa rispetto all’immensità invisibile di tutto quello che esso contiene e che genera poi il mondo visibile.

“Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia”, fa dire Shakespeare ad Amleto, e la felicità sembra appunto provenire dal lato più misterioso della nostra esistenza. Così come la morte è l’altra faccia della vita, l’incertezza è una costante della condizione umana. Mentre la Storia continua e si potrebbe raccontarla uguale e diversa per ogni essere umano. Arriva sempre il momento in cui sentiamo il bisogno di raccontarci, così come per il segreto della tanto agognata felicità.

E’ molto difficile che qualcun altro lo possa scoprire per noi, è un segreto che si può trovare solo con le proprie forze ed è proprio questa la bellezza del suo mistero. Non esiste una ricetta uguale per tutti . La ricerca della felicità, inoltre, offre grande vantaggi rispetto a molte altre attività: non comporta speciali mezzi economici, non presuppone un livello di istruzione elevato, non richiede amicizie particolari o potenti. La felicità è “democraticamente” aperta a tutti!

Oltretutto, la felicità non sembra avere controindicazioni; è salutare tanto per la persona che la scopre, quanto per quelle con cui entra in contatto.

Ognuno arriva alla sua felicità in modo strettamente personale. Verosimilmente, le condizioni della felicità come quelle dell’esistenza dovrebbero essere simili per ogni persona, ma così non è; vi saranno sempre differenze individuali nei mezzi e nelle vie più idonee ed efficaci per raggiungerla.

La tensione alla felicità ha sempre origine da una insoddisfazione di fondo. Una felicità completa, se ci pensiamo bene,  porterebbe all’arresto dell’agire umano. Molte persone, specialmente dopo un periodo critico, provano un senso di oppressione e persino una sorta di dolore provano un senso di oppressione e persino una sorta di dolore spirituale quando trovano un po’ di felicità.

La sensazione di felicità è sempre percezione di un contrasto, che nasce inevitabilmente dall’alternarsi degli alti e bassi dell’esistenza umana. Alla fine questa sensazione continua a rimanere un mistero; la commozione ch proviamo nel riabbracciare un nostro caro a lungo lontano, o la luce che si accende in noi quando comprendiamo che il nostro amore è corrisposto, il sorriso di nostro figlio, sono terremoti di gioia che già per la loro difficile riproducibilità e la loro unicità si sottraggono ad una piena comprensione.

Per difficile che possa essere la vita, siamo di casa in questo mondo. Per questa pura e semplice ragione, aspirare alla felicità non sembra chiedere troppo ….

La felicità è adesso. La vita non è una prova generale per un appuntamento successivo, è qui e ora. L’invisibile attimo eterno che tutti abbiamo cercato è proprio qui, in questo momento ….

Così è necessario essere semplicemente essere se stessi, camminare, correre se lo desideriamo. Sulla nostra vita il sole sorgerà da solo nel cielo, le stelle brilleranno da sole nella notte …..

“Il segreto della felicità è in te, in quella goccia di amore divino che ti ha voluto fin dall’eternità…” Powell

 

__________________________________________

Liberamente tratto da:

E.Giusti – E.Perfetti

Ricerche sulla felicità

Ed.Sovera

2 pensieri su “Il segreto della felicità

  1. Viviana

    Grazie Gabriella per ricordare a tutti ciò che spesso dimentichiamo: la felicità è nell’attimo di adesso, la pace interiore si trova in quello spazio senza pensieri ed aspettative che è l’essenza di noi stessi, quella forza naturale che c’è in noi e che non vediamo se non spegnendo per un attimo il flusso rumoroso dei pensieri che ci proiettano nel passato o nel futuro.
    Grazie!

    Mi piace

    1. Ciao Viviana 🙂 grazie a te per seguirmi voglio donarti, come a me che è arrivata in dono, una frase trovata nel web nel Giorno dell’Elogio alla Lentezza: “la vita è breve, buona, e c’è un diritto fondamentale che è il diritto alla felicità. Che non si manifesta e non si deve confondere con una sorta di diritto naturale a diventare ricco o a soverchiare gli altri. Parliamo di un’altra felicità. Delle soddisfazioni piccole, che però valgono molto.» L.Sepulveda.
      Ti abbraccio forte …. 🙂
      Gabriella

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...